Architettura gotica: pietra e ferro a braccetto!

Posted on gen 11, 2017

Un nuovo capitolo si è aperto in merito alle nostre conoscenze sulle tecniche costruttive delle grandi cattedrali gotiche. Un’équipe interdisciplinare di ricercatori francesi ha dimostrato come l’architettura gotica, fiorita a Parigi fin dalla metà del XII secolo, abbia utilizzato il ferro, a rinforzo della pietra, già nella prima fase di costruzione. E’ stato infatti datato in maniera affidabile, mediante misurazione al radiocarbonio (o carbonio 14), il ferro presente all’interno di queste straordinarie architetture.

Il procedimento è consistito nell’estrarre dal metallo alcune “rimanenze” di carbone. Sappiamo che in Europa, durante tutto il periodo del medioevo, il minerale veniva ridotto in metallo nei forni che utilizzavano come combustibile il carbone di legna, rimasto poi per secoli intrappolato nel metallo sotto forma di lamelle di carburi di ferro. Estratto il carbone, è stato possibile risalire alla datazione dell’albero impiegato per ottenerlo e stimare di conseguenza l’età stessa del metallo.

Analisi al microscopio di un ferro archeologico ricco di carburi

Analisi al microscopio di un ferro archeologico ricco di carburi

I risultati emersi dalle indagini condotte sulle cattedrali di Beauvais e Bourges sono sensazionali e hanno confermato come gli elementi metallici siano stati utilizzati in corso di costruzione (Bourges) o addirittura previsti già nella progettazione degli edifici (Beauvais). Proprio in quest’ultimo caso i diversi tiranti in ferro che sostengono i contrafforti portano impressi graffiti risalenti al XVIII secolo che hanno fatto sempre pensare a un’aggiunta postuma  del  metallo. In realtà si è potuto dimostrare come alcune di queste parti risalgano al periodo iniziale della costruzione, verso il 1225-40, suggerendo che per riuscire a costruire il più alto coro gotico del mondo (46 metri), il ferro sia stato pensato come un alleato della pietra fin dalla sua concezione.

Tiranti metallici tra i contrafforti della Cattedrale di Beauvais

Tiranti metallici tra i contrafforti della Cattedrale di Beauvais

Le analisi ribadiscono ulteriormente il ruolo fondamentale esercitato dai cantieri delle cattedrali, veri e propri laboratori dove si sperimentavano nuove e ardite tecniche costruttive. Quando parliamo di gotico siamo soliti pensare a grandi abilità nella lavorazione della pietra e ciò è assolutamente vero, ma da oggi sappiamo che un altro materiale fin dalle origini è corso in aiuto della pietra per rendere possibili quelle altezze vertiginose, quasi “soprannaturali”: il ferro.

Cattedrale di Bourges

Cattedrale di Bourges

 

Cattedrale di Beauvais

Cattedrale di Beauvais

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>